Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Via Sandro Botticelli

I beoni non rispettano le ordinanze. E le strade diventano discariche

I residenti e i commercianti di Torino lamentano la presenza degli ubriaconi a tutte le ore del giorno. Lungo le strade si trovano soltanto bottiglie vuote e cocci di vetro. In barba alle ordinanze del Comune

Bivaccano dal mattino alla sera sotto lo sguardo inorridito dei passanti, facendosi puntualmente beffa delle ordinanze comunali. I Beoni che affollano le panchine dei quartieri Aurora e Barriera di Milano sono diventati l’incubo dei commercianti e dei residenti. Tanti sono i punti critici. Un esempio è il giardinetto di piazzetta Alessandria. Un ritrovo di sbandati che sta creando più di un problema alle attività. Gli ubriaconi, infatti, bevono per ore e ore, lasciano le bottiglie di birra e di vino per terra e quando non riescono più a reggersi in piedi si addormentano su quelle panchine snobbate per paura anche dai residenti. E alle prime ore del mattino ci devono pensare proprio i negozianti a pulire il marciapiede. "Sono cinque anni che andiamo avanti con questa storia – chiosa un negoziante -. Ho perso diversi clienti che hanno deciso di recarsi altrove per timore di essere rapinati. E quei nullafacenti sono sempre su quelle benedette panchine".

Birre, alcolici e avanzi di cibo gettati per terra. E’ il dramma dei giardini di via Botticelli che non passeranno certo alla storia per la loro pulizia. Tutta colpa di alcuni bulletti che passano i pomeriggi e le sere a bere nei pressi delle aree giochi per bambini. Il risultato è ben visibile sul terreno accanto agli alberi dove il numero delle bottiglie abbandonate è impressionante. Vuoti, invece, tutti i bidoncini della spazzatura. "Certi ragazzi vengono qui e trasformano i giardini in una discarica – chiosa Antonio, nonno di un bimbo di 6 anni -. A rimetterci sono i nostri nipoti che devono fare lo slalom tra i rifiuti".

Critica è anche la situazione delle sponde della Dora. Lo sanno molto bene i residenti che da anni denunciano una situazione di degrado che non accenna ad arrestarsi. Al centro delle polemiche ci sono sempre i beoni e i disperati, sempre più padroni incontrastati delle panchine di lungo Dora Firenze e Siena. "Abbiamo raccolto le foto che testimoniano la totale mancanza di pulizia e di controlli – spiegano alcuni anziani -. Le istituzioni sono al corrente dei nostri problemi ma nonostante questo nessuno ha mai mosso un dito per darci una mano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I beoni non rispettano le ordinanze. E le strade diventano discariche

TorinoToday è in caricamento