Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Rebaudengo / Corso Vercelli

Il campo sportivo di corso Vercelli in mano ai ladri e ai disperati

Nell’area giochi non c’è più traccia da mesi di mamme e bambini. Le reti del campo da calcetto sono state sradicate, i canestri sono spariti e la pista da skate è diventata un dormitorio per senzatetto con rifiuti sparsi ovunque

Un campetto da calcetto abbandonato e senza le porte. Una pista da skate smantellata dai ladri e occupata dai barboni. E poi rifiuti, illuminazione carente e danni ovunque. Nei giardini di corso Vercelli, angolo strada provinciale di Cuorgnè, i vandali e i disperati sono diventati i nuovi proprietari. Dal mattino alla sera non c’è traccia di bambini e tanto meno di mamme e nonni. I ragazzi che escono dai vicini istituti tecnici non si recano più al giardino per tirare quattro calci al pallone. Non tanto per il freddo quanto per le condizioni dell’area giochi. E facendo un giro all’interno del piccolo parco si capisce il perché.

Per terra si possono trovare soltanto cartocci di vino, cartelli divelti, foglie mai spazzate via e valanghe di rifiuti. Ma bisogna anche fare i conti con i danni alle recinzioni e agli alberi. Qualcuno, infatti, ha spezzato i rami per appiccare dei piccoli fuocherelli. Ale spalle del campo sportivo di corso Vercelli è anche sorta l’ennesima discarica a cielo aperto. Rifiuti, tra cui pneumatici e materassi, sono presenti in quantità industriale. E tra le piante non mancano i pannelli di eternit.

Preoccupante – in conclusione - è la situazione dei campi da gioco. Due in teoria, uno in pratica. Il campo di calcetto, infatti, è ancora utilizzabile. La pista da skate no. Le reti delle porte del campetto da calcio sono state tagliate mentre i canestri per giocare a basket sono spariti ormai da tempo. Drammatica ma anche curiosa è la situazione della vicina pista da skate. O di quello che rimane. Ignoti ladri hanno pensato bene di intrufolarsi nel giardino per sradicare quasi tutte le pedane rendendone così impossibile il suo utilizzo. E come se tutto questo non fosse sufficiente i senzatetto della zona hanno decido di trasformare la pista stessa in una sorta di dormitorio a cielo aperto. Al posto delle pedane divelte si possono trovare vestiti, materassi, coperte e zainetti. I vialetti inoltre non vedono una pulizia da mesi mentre le panchine sono quasi sempre preda di gruppi di disperati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il campo sportivo di corso Vercelli in mano ai ladri e ai disperati

TorinoToday è in caricamento