Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Barca / Strada di Settimo

Il cimitero dell’Abbadia bocciato dai residenti del quartiere Barca

Abbandono, mancanza di un custode e incuria. Gli anziani di Barca e Bertolla sono preoccupati per le condizioni del camposanto di strada Settimo. Ma Afc frena "Abbiamo sistemi di controllo in ogni cimitero"

 

Un cimitero dell’Abbadia di Stura più ampio con tanto di parcheggio di interscambio tra trasporto pubblico e privato. I cittadini che poche settimane fa avevano segnalato in circoscrizione Sei il rischio esaurimento dei loculi di strada Settimo sono tornati a lamentarsi. La mancanza del custode, l’erba altissima, il problema parcheggi e il crescente degrado hanno mandato in tilt i residenti di Barca e Bertolla. Al cimitero dell’Abbadia i disagi non sembrano mancare. L’assenza di un guardiano è in particolare il punto più dolente. “Il cimitero è sempre incustodito, sia al mattino che al pomeriggio – denuncia uno degli anziani -. Se una persona si fa male o ha bisogno d’aiuto nessuno può intervenire. E questo è davvero grave”

A far indispettire il comitato anziani della Barca è anche quell’erba alta che a volte copre persino il nome dei defunti sulle tombe. Per non parlare del problema allagamenti e degli atti vandalici che si verificano di tanto in tanto. In soccorso dei pensionati anche il capogruppo della Lega Nord in circoscrizione Sei Enrico Scagliotti. “A breve presenterò un ordine del giorno con procedura d’urgenza – chiosa Scagliotti -. Questo problema di insicurezza e degrado va risolto. Le persone hanno diritto di recarsi al cimitero senza la paura di essere aggrediti”.

Immediata la replica di Afc sulla presunta emergenza del camposanto di strada Settimo. “Presso il cimitero di Abbadia di Stura, così come negli altri cimiteri cittadini, sono attivati sistemi di controllo remoto gestiti da una sala situazione centrale, i cancelli di ingresso sono stati automatizzati e agli ingressi sono installati chioschi informativi per risalire alla tomba del defunto – spiegano da Afc -. Il cimitero non è abbandonato, il personale è presente per svolgere le proprie attività: la pulizia dei servizi igienici avviene ogni giorno e il taglio dell’erba sulle sepolture viene effettuato mediamente ogni 20 giorni. Periodicamente l’area viene vigilata con passaggi di guardie giurate interne”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cimitero dell’Abbadia bocciato dai residenti del quartiere Barca

TorinoToday è in caricamento