menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Bengasi uccisa dai lavori della metro: "Chi viene a cercarci tra i cantieri?"

I lavori al cantiere di piazza Bengasi avrebbero dovuto ripartire ad aprile, ma delle ruspe nemmeno l'ombra. Avviliti i commercianti che, in una tale savana metropolitana, continuano a perdere i loro guadagni

Il cantiere che sovrasta piazza Bengasi e che avrebbe dovuto portare alla continuazione della metro è fermo da mesi. Una landa desolata dove, a subirne le conseguenze, sono i commercianti, avviliti da quello che doveva essere un progetto che avrebbe incrementato i loro guadagni e che, invece, li ha messi sull'orlo del lastrico. Perchè di certo, in una tale savana metropolitana, non ci si può aspettare che gli affari vadano a gonfie vele.

E così, piazza Bengasi è un pullulare di serrande abbassate e quei pochi commercianti che hanno deciso di tenere aperto, non senza preoccupazioni, non riescono comunque a pagare  le tasse a fine mese perchè "chi viene a cercarci tra i cantieri?". E guadagni scendono, già inariditi dalla crisi. Anche parcheggiare l'auto è diventato un problema. Per non parlare delle fognature, spesso rotte dagli scavi e che hanno finito per allagare diversi esercizi commerciali.

I lavori sono fermi dallo scorso agosto ed il barlume di speranza che vedeva il nuovo ingresso nel contratto di appalto di Ati Edilmaco-Ccc, è andato via via affievolendosi: la ditta, infatti, ha chiesto degli approfondimenti tecnico-legali, mettendo da parte l'urgenza di finire l'opera.

Una mano ai negozianti ha deciso di darla il Comune, con la collaborazione di Infra.To, aumentando gli eventi nella zona e garantendo il supporto agli abitanti con visite settimanali e crediti agevolati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento