Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Campidoglio / Piazza Risorgimento

Dopo il rogo tornano i barboni: "Via il degrado da piazza Risorgimento"

Nel quartiere Campidoglio è allarme per le condizioni di una delle piazze più importanti. Residenti e commercianti, intanto, si preparano a dare battaglia al Comune

Quando non piove trovano riparo vicino alle panchine dell’area giochi. O magari dentro i sanitari. Quando il sole splende in cielo, invece, li puoi vedere vicino alle fermate della linea 13 o sotto i gazebo. In piazza Risorgimento i giacigli dei clochard sono diventati un vero problema. Lo segnalano i residenti e i commercianti della zona e qualcuno ha già provveduto a farlo capire all’amministrazione attraverso un messaggio scritto con pennarello rosso. Una nota che si commenta da sola: “No ai barboni”, scritto – va detto - con un italiano non proprio perfetto. “Qui degrado e abbandono sono all’ordine del giorno – racconta una signora -. L’area giochi è utilizzata per bivaccare mentre molte strutture sono state vandalizzate dai writer”. E settimane fa ignoti hanno persino appiccato un incendio ad un materasso.

Le immagini dei dormitori a cielo aperto sono state raccolte in un dossier preparato dal comitato spontaneo del quartiere “Torinoinmovimento”. All’angolo con via Nicola Fabrizi, per esempio, giacciono per terra cartoni e materassi, pronti per essere utilizzati ogni notte. Nonostante il freddo e il gelo. Qualcuno li nasconde vicino alle panchine, altri li lasciano in bella vista. “Sono settimane che chiediamo la rimozione di quei giacigli – spiegano dal comitato -. Ogni mattina, invece, troviamo le solite bottiglie e i cartoni sotto le panche o in mezzo all’area verde”. Ma non finisce qui.

I muri sono diventati terra di conquista per i vandali che si sono fatti beffe persino delle opere dei ragazzi del Mau, realizzate appena un anno fa. Nel Campidoglio, inoltre, è stato anche chiesto di rimuovere i due chioschi, abbandonati da più di due anni, e sempre soggetti a tentativi di intrusione. Difficoltà riconosciute dal presidente della circoscrizione Quattro Claudio Cerrato. “E’ una situazione non certo facile ma stiamo facendo il possibile per venire incontro alle richieste dei cittadini – spiega Cerrato che aggiunge -. Negli ultimi mesi abbiamo effettuato diversi interventi, Amiat pulisce in quella piazza sei giorni su sette e sinceramente più di così non possiamo fare. Non c’è modo di impedire ai barboni di occupare alcune aree di notte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il rogo tornano i barboni: "Via il degrado da piazza Risorgimento"

TorinoToday è in caricamento