Caso De Tomaso, Gian Luca Rossignolo: "Mi sono fidato troppo"

L'ex dirigente si è difeso davanti al gip dicendo che non sapeva della polizza falsa ma intanto la guardia di finanza continua a indagare

Troppa fiducia nei professionisti con cui lavorava: così si è difeso davanti al gip, nell' interrogatorio di garanzia, Gian Luca Rossignolo, ex amministratore della casa automobilistica De Tomaso, arrestato dalla guardia di finanza nella stessa inchiesta che alcuni mesi fa aveva portato a un ordine di custodia cautelare anche per il padre, Gian Mario.
 
Secondo la ricostruzione dell'accusa si sarebbe trattato di falsa fidejussione (con la complicità di un professionista) per ottenere un finanziamento ministeriale di sette milioni e mezzo destinati a corsi di aggiornamento per il personale ma utilizzati per altri scopi.
 
L'ex amministratore della De Tomaso, a suo dire, non sapeva che la polizza fosse falsa. La guardia di finanza sta cercando di ricostruire la destinazione di tutto il denaro ricevuto da Roma. (Ansa)
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento