Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Torino sempre più piccola, in fuga oltre 200 persone al mese

Molte le persone che decidono di trasferirsi all'estero, non solo torinesi, ma anche straniere. Negli ultimi 25 anni sono fuggite oltre 40mila persone

Torino torna sotto i 900mila abitanti, diventando con il passare degli anni, una città sempre più piccola. I dati parlano chiaro: al 31 novembre 2014, l'anagrafe del Comune di Torino registrava 899.087 abitanti, di cui 138.093 stranieri e 760.994 italiani.

Negli ultimi anni, infatti, non sono stati soltanto gli stessi torinesi a lasciare il capoluogo, ma anche gli stranieri che, per svariati motivi, hanno deciso di ritornare nel loro Paese d'origine o dirottare le loro prospettive di vita verso altri Stati. Sono 4mila gli stranieri che se ne sono andati da Torino negli ultimi due anni; quasi 100mila gli italiani che negli ultimi 12 anni hanno lasciato le loro case per dirigersi in altre Regioni o direttamente fuori dall'Italia. I dati sono allarmanti. Sì, perchè se non ci fosse il popolo straniero, Torino conterebbe a malapena 760mila persone.

I motivi sono tanti, in particolare la mancanza di lavoro e di prospettive future solide. Più di 3mila persone, nell'ultimo anno, hanno deciso di fare le valigie e di trasferirsi all'estero, dove le aspettative di vita appaiono più rosee, una media di 250 persone al mese. La maggior parte sono giovani: tra questi la metà è in possesso di un diploma o di una laurea qualificante. Si recano all'estero perchè Torino, come molte città italiane, non offre loro le possibilità che meritano. La cosiddetta fuga di cervelli che, negli ultimi tempi, sta crescendo a livello esponenziale. Venticinque anni fa i torinesi all'estero erano poco più di 9mila, ora si è arrivati a oltre 40mila.

Molte, inoltre, le persone che lasciano il capoluogo piemontese senza comunicarlo e senza registrarsi all'anagrafe nell'elenco degli italiani residenti all'estero. Cosicché si ipotizza che i torinesi abitanti di fatto fuori dall'Italia siano molti di più di quelli stimati.

Insomma, una città che va verso la desertificazione, se si sommano l'indice di natalità decisamente basso e all'elevato tasso d'invecchiamento della popolazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino sempre più piccola, in fuga oltre 200 persone al mese

TorinoToday è in caricamento