rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Riscaldamento a Torino, le date di accensione dei termosifoni

Multe salate per chi non ha ancora installato le termovalvole

Le temperature sono ancora miti ma l'autunno ormai è arrivato e lo strascico di tepore estivo si percepirà ancora per poco. A Torino, comune che appartiene alla zona climatica "E", in una scala che va da "A" a "F", è consentita l'accensione del riscaldamento centralizzato dal 15 ottobre al 15 aprile compresi con un tetto massimo di ore giornaliere di 14 ore. 

Comunque sia, in caso di condizioni climatiche avverse e di temperature particolarmente basse, l'attuale legge (D.P.R. 412/93 e DPR 551/99) permette l'accensione degli impianti di riscaldamento anche fuori periodo, cioè dal 16 aprile al 14 ottobre, con un tetto massimo giornaliero di 7 ore e un livello massimo della temperatura di 20° centigradi.

Termovalvole e sanzioni 

A luglio è scaduta l'ultima proroga per mettersi in regola, nei condomini dove il riscaldamento è centralizzato, come è richiesto dall'Unione Europea. Eppure, secondo gli ultimi dati delle associazioni di categoria, un condominio su tre non ha ancora provveduto ad aggiornare il proprio impianto con le termovalvole, che regolano le temperature interne evitando dispersioni e riducendo i costi fino al 25%. Ma quanto costa mettersi in regola? In media circa 100-120 euro a termosifone. Una spesa che conviene fare se si pensa alle sanzioni a cui si va incontro in caso contrario. Si va dai 500 ai 2500 euro per ciascuna unità immobiliare, per chi non ha installato le termovalvole.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscaldamento a Torino, le date di accensione dei termosifoni

TorinoToday è in caricamento