Trovato morto nella sua stanza d'albergo: cuoco stroncato da un'overdose

Nessun dubbio sulle cause

immagine di repertorio

Un 32enne di Bagheria (Palermo), che lavora come cuoco nella nostra città, è stato trovato morto in una stanza d'albergo ieri nel quartiere San Salvario. Si tratta con certezza di una overdose di sostanze stupefacenti.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione San Salvario, che hanno dovuto forzare la porta per entrare visto che nessuno rispondeva, e il medico legale di turno, che non ha avuto dubbi sulla causa del decesso.

La sera precedente l'uomo aveva cenato con i colleghi di lavoro ed era tornato nella sua camera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La salma è stata messa a disposizione dei familiari che la trasporteranno nel paese d'origine per i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento