Gettano nel cassonetto tre cuccioli partoriti dalla loro cagnetta: denunciati madre e figlio

Uno dei piccoli è morto

immagine di repertorio

Due italiani madre e figlio, lei di 83 anni e lui di 51, sono stati denunciati dalla polizia locale di Bruino per maltrattamenti di animali dopo che si sono disfatti dei tre cuccioli partoriti dalla loro cagnetta gettandoli vivi in un cassonetto della raccolta differenziata.

I piccoli sono stati trovati dai dipendenti del Covar14, la società che si occupa del ciclo dei rifiuti nella zona, in via delle Betulle. Uno di loro è morto poco dopo l'arrivo dai veterinari della Croce Blu di Piossasco, gli altri due se la caveranno. 

I due, che abitano in una casa vicino ai cassonetti, sono stati identificati in giornata dalla polizia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • Ogni giorno portava la sua fidanzata lungo la provinciale per farla prostituire: arrestato

Torna su
TorinoToday è in caricamento