Morì nel crollo di una palazzina, in Italia le ceneri di Alessandro Locatelli

Locatelli era molto noto in Valsangone anche perchè figlio di un imprenditore edile di Giaveno

Il crollo di una palazzina di quattro piani avvenuto in uno stabilimento balneare ad Arona, sull’isola di Tenerife, arcipelago della Canarie, è costato la vita ad un torinese. Alessandro Locatelli, nato a Torino nel 1962 e residente in Spagna, è morto sotto le macerie.

Le ceneri di Locatelli sono tornate in Italia solo oggi. L’urna cineraria è stata benedetta dal sacerdote di Sangano, e sarà poi sepolta nella tomba di famiglia vicino alla madre dell’uomo mancata anni fa.

Estratto dalle macerie nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 aprile, Locatelli era molto noto in Valsangone anche perchè figlio di un imprenditore edile di Giaveno. Da anni divideva la sua vita tra il Piemonte e le isole dell’Atlantico.

La palazzina, che si trovava in calle Amalia Alayon, vicino all'antico porto di pescatori in località Los Cristianos, ha ceduto portandosi via numerose persone. E lasciando un vuoto incolmabile. Nel crollo sono morte 7 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento