menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ristorante di corso Chieri

Il ristorante di corso Chieri

Crack del ristorante degli sposi: tre anni di carcere per il commercialista

Decine di clienti raggirati

Roberto Bigo, commercialista torinese di 56 anni, è stato condannato a tre anni e mezzo di reclusione per le vicende relative alla chiusura del ristorante di lusso "I Cavalieri" di corso Chieri 48, avvenuto nel giugno 2016.

La sentenza è stata pronunciata nella mattinata di oggi, mercoledì 24 gennaio, dal gup Arianna Busato al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato. L'accusa è stata sostenuta dal pm Valerio Longi, che accusava il professionista di appropriazione indebita e truffa.

Secondo la ricostruzione del magistrato,  Bigo, difeso dagli avvocati Giacomo Francini e Michele Galasso, avrebbe raggirato l'amministratrice e i camerieri del locale, noto soprattutto per i pranzi di nozze e di cui era stato amministratore unico fino al fallimento avvenuto nella primavera 2014, e avrebbe fatto sparire decine di migliaia di euro che i clienti gli avevano affidato per pagare tasse e imposte, provocando, tra l'altro, l'invio di numerose cartelle esattoriali da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda il ristorante, gli è stato contestato un ammanco di 200mila euro che avrebbe usato per effettuare pagamenti che nulla c'entravano con l'attività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento