Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Grattacielo della Regione, 300 milioni di euro e non una stanza per il Consiglio

Rispetto al progetto iniziale appoggiato dalla giunta Ghigo prima e Bresso dopo, il costo del grattacielo è aumentato di circa 100 milioni di euro. I lavori dovrebbero essere ultimati nel 2015

Un altro grattacielo sta per essere ultimato, anche se con due anni di ritardo. E' il grattacielo della Regione Piemonte, partito nel 2011 grazie alle idee dell'architetto Fuskas.

Intanto scatta la polemica, non soltanto per lo skyline torinese, depauperato dal sormontare di due parallelepipedi - l'altro è il grattacielo della San Paolo - ma soprattutto per i costi, decisamente lievitati rispetto al progetto iniziale. "Con l'Iva ed altri costi - afferma l'assessore regionale al Bilancio Aldo Reschigna - il grattacielo è costato circa 300 milioni di euro". Una cifra questa che, rispetto alle idee iniziali appoggiate dalla giunta Ghigo prima e Bresso dopo, è aumentata di oltre 100 milioni di euro.

Il tutto per una struttura che ospiterà, tra le altre cose, un asilo, una sala conferenze, una biblioteca, due bar ed un ristorante. Quarantadue piani e non una stanza per il Consiglio Regionale che, fin dagli albori del progetto, ha deciso di non trasferirsi: "Sarebbe stato razionale ed utile al Consiglio Regionale avere insieme anche la Giunta - ha affermato il consigliere regionale M5S Davide Bono - ma non è stato pensato così. In più il Consiglio ha comprato un altro edificio costato 13 milioni di euro".

Cifre da capogiro per una Regione che, di fatto, è indebitata fino al collo. Il grattacielo targato Fuksas verrà pagato con un leasing, una sorta di mutuo di durata ventennale. Ma i costi annuali? Secondo il consigliere Davide Bono, la Regione, in piena crisi di liquidità, non avrà, comunque, i fondi per sopportarli.

Per tamponare le lacune delle casse regionali, infatti, l'attuale Palazzo della Giunta con sede in piazza Castello sarà messo in vendita anche se, a causa della crisi, è difficile immaginare sia possibili acquirenti che destinazioni d'uso.

Secondo i piani, il grattacielo della Regione dovrebbe essere ultimato nel 2015, con gioia, inoltre, dei commercianti della zona che, invasi dai cantieri, si sono visti ridurre, e non di poco, i guadagni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grattacielo della Regione, 300 milioni di euro e non una stanza per il Consiglio

TorinoToday è in caricamento