rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca San Paolo / Corso Racconigi

La “parte brutta” di corso Racconigi cambia volto, restyling per Natale

Fango, pochi alberi e assenza di pista ciclabile. Dal progetto del Comune tutto questo sparirà per lasciare posto a un rigoglioso viale alberato con pista per le bici al centro, illuminazione potenziata e mantenimento dei parcheggi

Piazza Marmolada è stata rifatta da poco e ora si presenta tutt’altro che degradata. Forse, anzi senza forse, c’è giusto da “potare” la vegetazione al centro della piazza, ma quel che è certo è che finalmente è completamente vivibile. Lo stesso però non si può dire per ciò che c’è alle spalle di piazza Marmolada, cioè del tratto di corso Racconigi che va fino a piazza Robilant: qui di vegetazione non ce n’è proprio, nel viale centrale manca anche l’asfalto e il fango, quando piove, fa da padrone. Tra le auto in doppia fila e la strada sconnessa si può anche aggiungere che passare dal corso non è proprio il massimo nemmeno per i ciclisti. Detta così sembra un vero disastro ma purtroppo la realtà, da quanto dicono residenti e commercianti, è proprio questa.

Presto però tutto cambierà. C’è un progetto da 500 mila euro che permetterà al tratto di corso Racconigi, da piazza Marmolada a piazza Robilant, circa 650 metri in lunghezza, di cambiare completamente volto prima che si arrivi a Natale 2016. Il Comune ha già pensato a tutto e fatto più progetti per non scontentare nessuno. Alla fine la quadra sembra essere stata trovata: nascerà una pista ciclabile nel viale centrale, le auto rimarranno parcheggiate a “lisca di pesce” ma saranno avvicinate maggiormente alle due carreggiate, sarà ricostituita dell’alberata con il reintegro di 160 alberi, potenziamento dell’illuminazione pubblica e ridisegno degli stalli di sosta che attualmente corrono lungo i marciapiedi. Insomma, una vera rivoluzione. IMG_20151015_101000-2

Uno dei problemi di chi ha avuto l’onere e l’onore di ridisegnare il tratto è stato la gestione dei parcheggi. Inizialmente si era pensato all’eliminazione di quelli a “lisca di pesce” facendoli diventare tutti “orizzontali”, ma dei 250 stalli attuali se ne sarebbero eliminati una cinquantina. Troppi. Si è cambiato il progetto riuscendo addirittura ad aumentarli anche se a rimetterci qualche metro sarà la carreggiata dove viaggiano le vetture che diventerà di 4 metri e mezzo, lasciando così spazio alla pista ciclabile al centro del viale (2,70 metri) a tre metri di alberate per parte e a oltre 2 metri e mezzo di marciapiede (sempre per parte). Le misure e la posizione degli stalli varieranno in alcuni punti, in particolare all’altezza delle fermate degli autobus.

Il progetto potrebbe essere già approvato dalla Giunta comunale nella seduta di martedì prossimo, al più tardi il martedì successivo. Poi si darà vita al bando di gara per assegnare i lavori che presumibilmente partiranno in primavera o al più tardi in estate. Per non bloccare l’intera area il cantiere non sarà unico, ma diviso in almeno quattro fasi. Tempo complessivo per l’inizio e la fine dei lavori circa otto mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La “parte brutta” di corso Racconigi cambia volto, restyling per Natale

TorinoToday è in caricamento