rotate-mobile
Cronaca Borgo Po

Corso Giovanni Lanza, in Sala Rossa l'ok alla variante

Il vasto complesso edilizio pre-collinare - 16.000 metri quadrati con aree verdi e numerosi padiglioni, per un totale di superfici edificate pari a 11.500 metri quadrati - da molti anni ospita uffici e servizi della Provincia di Torino

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Approvata con 23 voti favorevoli (2 contrari e un astenuto) la variante n°254 al Piano regolatore, concernente l’isolato delimitato da Viale Thovez e Corso Giovanni Lanza.

Il vasto complesso edilizio pre-collinare
- 16.000 metri quadrati con aree verdi e numerosi padiglioni, per un totale di superfici edificate pari a 11.500 metri quadrati - da molti anni ospita uffici e servizi della Provincia di Torino. In passato era noto come “Casa di cura Sanatrix”.

Con la variante sarà possibile abbattere e ricostruire alcuni padiglioni di nessun pregio architettonico e, prevede la delibera, “riplasmarne” altri mantenendo i volumi preesistenti in funzione di un riutilizzo di natura prevalentemente residenziale.

L’operazione è resa possibile dal previsto trasferimento degli uffici della Provincia nella nuova sede di corso Inghilterra.

Un protocollo di intesa del 14 febbraio 2011 tra Provincia e Comune di Torino che prospettava la “razionalizzazione” della dislocazione degli edifici della Provincia era già stato recepito nei mesi scorsi con una delibera della Giunta municipale (mecc.2010 0762/009).

L’aula ha approvato all’unanimità una mozione (primo firmatario il consigliere Rattazzi) riguardante le future destinazioni dei locali dello stabile di via Ferrari 3. Si tratta di uno stabile di proprietà comunale, concesso in comodato d’uso alla Provincia per uso scolastico, per il quale la Sala Rossa chiede di tenere presente le esigenze dell’Istituto Avogadro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Giovanni Lanza, in Sala Rossa l'ok alla variante

TorinoToday è in caricamento