Gli storici baristi del quartiere uccisi dal coronavirus: la saracinesca si riempie di messaggi

Lui e lei morti a pochi giorni di distanza

La serranda abbassata con i messaggi davanti al bar caffetteria Ruberto di via Buenos Aires

Quando l'emergenza coronavirus sarà finita, nel bar caffetteria Ruberto di via Buenos Aires non si troveranno più gli storici proprietari: Giovanni, 75 anni, e Maria, 65 anni, sono infatti stati uccisi a distanza di tre giorni, tra fine marzo e inizio aprile 2020, l'uno dall'altro dall'epidemia. Erano ricoverati in ospedali diversi e avevano condiviso tutto nella vita, compresa la storica attività aperta nel 1977 che verrà portata avanti dal figlio Claudio Nicola che già ne aveva preso in mano le redini da qualche anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, quel che resta sono i numerosi biglietti lasciati dai clienti dell'esercizio sulla saracinesca mestamente chiusa. "Mi mancherete tanto e vi voglio bene, sarete sempre nel mio cuore. Grazie per tutti i gelati e il cioccolato che mi avete dato a tarda sera stanchi. Vi vedo camminare mano nella mano uniti, come siete sempre stati". "Grazie per tutto quello che mi avete dato". "Vi ricorderemo per la vostra cordialità e gentilezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • La porta di casa è bloccata e la proprietaria non può entrare: la polizia trova un uomo che dorme all'interno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento