Coppia risultata positiva al coronavirus dopo un ricovero ordinario: oltre 30 persone in quarantena

Tra medici, infermieri, parenti e pazienti

Immagine di repertorio

Due anziani erano stati ricoverati domenica in medicina alle Molinette per quella che si pensava fosse una banale influenza e non avrebbero detto al personale sanitario che il figlio lavora a Lodi ("Zona rossa") e che era venuto a Torino a trovarli.

L’esito del tampone eseguito ha dato esisto positivo al coronavirus e ieri, giovedì 5 marzo, nella stessa giornata del responso, le loro condizioni sono peggiorate: l'uomo si trova in terapia intensiva.

Ora sarà sottoposto a quarantena il personale sanitario coinvolto, i familiari e altri pazienti del reparto.   

Qui la ricostruzione degli eventi secondo la nota diffusa dalla Regione Piemonte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento