Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

La Rear ironizza con Loach: "Ci scusiamo per aver anticipato gli stipendi"

La cooperativa tirata in ballo nell'incontro pubblico con il regista Loach ha risposto alle accuse. "La nostra è una azienda seria"

La risposta della cooperativa Rear alle parole del regista britannico Ken Loach non si sono fatte attendere. "Ci piace pensare che Loach non sia al corrente di alcuni particolari che gli permetterebbero di comprendere l'intera dinamica della vicenda - afferma la società - E che diversamente avrebbe scelto una maggiore cautela nell'esprimere giudizi su come la nostra azienda declina il concetto di esternalizzazione dei servizi". Sì, perché proprio l'esternalizzazione del lavoro è stato uno dei punti più discussi nell'assemblea pubblica che si è svolta ieri all'interino del Cinema Ambrosio.

Ken Loach è arrivato a Torino qualche giorno dopo la chiusura del Torino Film Festival per dare spazio e notorietà al "problema quotidiano" dei lavoratori della Rear, ma non solo. La risposta della cooperativa ha viaggiato poi sul filo dell'ironia: "Il legale rappresentante, Mauro Laus, si scusa con il signor Loach per avere anticipato gli stipendi ai dipendenti del Museo del Cinema e della Reggia di Venaria invece di farli attendere anche 18 mesi che i committenti sborsassero quanto dovuto".

"Rear si scusa - aggiungono - per aver cercato e trovato nell'assemblea dei soci una soluzione al drammatico problema dei ritardi nei pagamenti da parte della pubblica amministrazione, invece di ricorrere alla cassa integrazione o meglio ancora immolarsi a un dignitoso fallimento. Rear si scusa per la sua ostinazione nel voler accedere al credito affinché non ricada sui suoi 1200 soci il costo di un sistema di finanziamento in oggettiva difficoltà e ancora chiede scusa per avere nel suo organico al Museo del Cinema dipendenti a tempo indeterminato cui riconosce una paga base non inferiore ai prezzi di mercato nel nostro Paese invece di ricorrere a forme improprie di lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Rear ironizza con Loach: "Ci scusiamo per aver anticipato gli stipendi"

TorinoToday è in caricamento