menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Tre chilometri contromano in autostrada, l'impresa di un 33enne finisce con l'arresto

Sulla Genova-Gravellona Toce, poi la fuga nella nebbia e il rifugio in una cascina, dove è stato trovato fortemente infreddolito

Tre chilometri contromano sull'autostrada Genova-Gravellona Toce. E' l'impresa compiuta da un 33enne italiano di Nichelino, di professione ambulante del settore alimentari, che è stato arrestato dalla polizia stradale di Ovada (Alessandria) e sottoposto all'obbligo di firma.

E' avvenuto sabato 17 dicembre alle 15.30. L'uomo, a bordo di una Volkswagen Golf, era fermo nell'area servizio di Predosa quando, vista una pattuglia della Polstrada, è partito improvvisamente in retromarcia e poi ha fatto bruscamente inversione. Gli agenti hanno esploso un colpo di pistola in aria e poi altri verso le gomme del veicolo, ma senza successo.

Dopo tre chilometri contromano in direzione di Alessandria, il pirata ha nuovamente invertito il senso riprendendo quello corretto. Dopo altri sette chilometri di fuga è stato acciuffato a Castellazzo Bormida, dopo avere abbandonato la vettura in mezzo all'autostrada col motore acceso. Era riuscito a fuggire nei campi e a rifugiarsi in una cascina, dove ha resistito, grazie anche alla nebbia che ha reso difficili le battute di ricerca, fino alle 19.30. Era in condizioni di ipotermia ed è stato portato in ospedale in stato di arresto. Non ha dato spiegazioni sulla sua fuga. Di certo aveva assunto cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento