Cronaca

Gtt: tolleranza zero contro i furbi, controllori anche in metro

Tolleranza zero per chi non paga il biglietto di bus, tram, metropolitana: lo ha deciso il Comune di Torino. La task force in azione da stamattina proseguirà per tutto gennaio

La Gtt dichiara guerra ai furbetti che viaggiano sui mezzi pubblici senza biglietto. Da questa mattina è iniziata la 'tolleranza zero', con controllori presenti nelle stazioni metropolitane, in particolare in quella di Porta Nuova e XVIII Dicembre, due delle più frequentate e attive di tutta la linea.

"In un momento di diminuzione delle risorse Nazionali e Regionali per il trasporto pubblico che ci hanno obbligato a rivedere le tariffe prima e la rete nel suo complesso poi - ha detto l'assessore comunale ai Trasporti, Claudio Lubatti -, abbiamo voluto dare un segnale forte di tolleranza zero anche per gli utilizzatori della metro per evitare che i soliti furbi potessero viaggiare a discapito dei tanti cittadini torinesi che già pagano regolarmente il loro biglietto o il loro abbonamento".

Un provvedimento che non può che far piacere ai tanti abbonati e fruitori paganti di bus, tram e metro. "Mi sembra giusto che tutti paghino, anche se spesso in metropolitana si vedono le persone entrare in gruppo con un solo biglietto", dice una utente alla stazione Racconigi. Dello stesso avviso, anche se più critico, uno studente alla stazione Re Umberto: "Io uso i mezzi pubblici ogni giorno per andare a scuola e ho l'abbonamento, ma molti fanno i 'portoghesi' e in metro la situazione non è diversa. La 'tolleranza zero' dovrebbe essere tale e non solo in alcune stazioni o treni se no non ha un gran senso".

Solo nella mattinata odierna sono stati più di 2.700 gli utenti controllati dai 6 operatori attivi: 47 i verbali redatti. Il controllo a tappeto, fanno sapere dal Gruppo Torinese Trasporti, continueranno per tutto il mese di gennaio. "Da oltre 1 anno Gtt compie azioni concrete volte a ridurre significativamente il tasso d'evasione - commenta il dirigente responsabile del settore esercizio Gtt, Giovanni Rabino -: gli agenti di controllo sulle linee tranviarie, la sperimentazione di incarrozzamento in avanti su alcune linee automobilistiche, e nel 2012 sono stati effettuati controlli sull’intera rete di trasporto pubblico urbano su circa 3 milioni i passeggeri con 120mila sanzioni comminate".

Un dato eloquente è il numero di biglietti venduti a bordo delle linee 3, 4 e 10 dagli agenti di controllo: solo nel 2012 è stato pari a 100 mila.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gtt: tolleranza zero contro i furbi, controllori anche in metro

TorinoToday è in caricamento