menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli in una macelleria in piazza della Repubblica, arrestato straniero

Il cittadino marocchino era irregolarmente assunto e sul suo capo pendeva un ordine di carcerazione di oltre 11 mesi. L'uomo è stato tratto in arresto

Alimenti in cattivo stato di conservazione, oltre 20 chili di solfiti-nitrati-nitriti vietati dalla legge e un dipendente colpito da un ordine di carcerazione. Questo ciò che hanno trovato gli agenti della Polizia di Stato in una macelleria marocchina situata in piazza della Repubblica.

All'interno del locale, oltre al titolare della licenza, lavorava un cittadino di nazionalità marocchina di 46 anni, sprovvisto di documenti d'identità personale. Alle domande degli agenti il titolare ha asserito che lo stesso lo stava aiutando nell'attività in sostituzione del figlio e che si trovava in periodo di prova. Accertamenti esperiti nell'immediatezza hanno consentito agli operatori di Polizia di appurare che il marocchino era colpito da ordine di carcerazione, dovendo espiare una pena di oltre 11 mesi di reclusione. Alla luce dei fatti lo straniero irregolarmente assunto è stato tratto in arresto.

Il controllo dell'esercizio ha portato, inoltre, al rinvenimento, nascosti all'interno di uno scatolone, di oltre 20 chili di solfiti-nitrati-nitriti, dei quali la normativa vigente vieta l'uso nelle carni fresche (Regolamento Europeo 1129/2011). All'interno di un congelatore, debitamente sottoposto a sequestro, sono stati, infine, rinvenuti alimenti in pessimo stato di conservazione, a causa della temperatura interna accertata nettamente superiore a quella prevista (-18 gradi).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento