Controlli sulle persone che girano in strada: una su otto non ha motivi per circolare

Multe di 400 euro

I controlli della guardia di finanza (repertorio)

Un cittadino su otto che vengono trovati in strada non rispetta le norme di contenimento per il coronavirus, ossia si trova in giro senza un valido motivo.

È quanto hanno accertato, tra la serata di ieri, la notte e la mattinata di oggi, sabato 11 aprile 2020, i militari della guarda di finanza che stanno pattugliando il territorio insieme alle altre forze dell'ordine.

Sui primi 200 controlli eseguiti, infatti, 25 persone sono state trovate non in regola e multate di 400 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Meglio il dato sugli esercizi commerciali, che invece stanno rispettando la chiusura: su 400 controllati nello stesso periodo soltanto uno è risultato non in regola ed è stato chiuso per cinque giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento