Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Sosta selvaggia, dal Comune un progetto per aumentare i controlli

Si dovrà contrastare la sosta in doppia fila su strade di scorrimento, sulle strisce e sugli attraversamenti pedonali e sui relativi scivoli di accesso ai marciapiedi

Potenziare il numero degli ausiliari del traffico per contrastare meglio la violazione della sosta selvaggia. In questo senso sono stati chiamati ad impegnarsi Fassino e la sua Giunta dal Consiglio Comunale che ieri ha  approvato con 26 voti favorevoli otto voti contrari e due astensioni, la relativa mozione presentata dai consiglieri Bertola e Appendino.

La mozione sollecita la stipula con Gtt di un accordo pluriennale che preveda che l'incremento dei costi resti a carico della Città, così come il ricavato delle contravvenzioni, e che il potenziamento del servizio sia garantito per un certo numero di anni.

L’azione dei nuovi ausiliari dovrà essere concentrata sulla sosta in posizioni di intralcio alla sicurezza e alla scorrevolezza della circolazione, in particolare a tutela delle categorie di utenti più deboli. In particolare si dovrà contrastare la sosta in doppia fila su strade di scorrimento, sulle strisce e sugli attraversamenti pedonali e sui relativi scivoli di accesso ai marciapiedi, sulle piste e corsie ciclabili, presso gli incroci in posizione limitante la visibilità, nelle piazze auliche e nelle aree pedonali in genere.

"Il punto non è fare cassa - afferma il consigliere Bertola - E' smettere di fare multe per fare cassa e concentrarsi sulle violazioni che creano più pericolo e intralcio ai tanti torinesi che rispettano puntualmente le regole, a piedi, in bici, in pullman o in auto".

La mozione chiede anche di affidare alla Polizia Municipale un servizio specifico di contrasto alle violazioni del Codice della Strada che danneggiano l'usabilità peri ciclisti di piste e corsie ciclabili e ciclopedonali o che creano pericolo ed intralcio alla circolazione da parte dei ciclisti stessi, eventualmente tramite agenti in bicicletta.

E’ richiesto infine alla Giunta di studiare un piano per l'installazione di ulteriori telecamere per rilevare e contestare automaticamente le violazioni relative all'uso non autorizzato di corsie e strade riservate al mezzo pubblico ed all'ingresso non autorizzato nelle aree pedonali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia, dal Comune un progetto per aumentare i controlli

TorinoToday è in caricamento