rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Via Sant'Ottavio

Controlli anticorruzione tra insegnanti e bidelli del liceo, i sindacati insorgono  

"Modo per gettare discredito"

Controlli anticorruzione a campione della guardia di finanza tra il personale (insegnanti e bidelli) del liceo Gioberti di via Sant'Ottavio nella mattinata di ieri, mercoledì 16 ottobre 2019.

L'iniziativa, che gli investigatori definiscono 'di routine', ha però fatto storcere il naso ai sindacati che tutelano il personale, anche perché avvenuta "nel corso delle lezioni e di fronte agli studenti", circostanza però smentita dalla guardia di finanza che parla di attività discreta, in borghese e in sala insegnanti. "In un paese dall'evasione fiscale record le fiamme gialle controllano i docenti - tuonano dalla Cub Scuola -. Un modo per gettare discredito su docenti, Ata e sulla scuola pubblica. Ai docenti, sconcertati e indignati, è stato chiesto di mostrare un documento che attestasse la propria identità e di apporre un'ulteriore firma di presenza su un apposito elenco".

L'iniziativa non è piaciuta, dice sempre la Cub Scuola, perché, "fra l'altro, al liceo Gioberti la presenza a scuola del personale, oltre a essere confermata dalle firme sul registro elettronico per i docenti, è ogni giorno verificabile, per tutti i dipendenti dell'amministrazione, dalla bollatura attestante la presa di servizio. Un controllo del genere è una pessima novità che dà prova della mancanza di rispetto e fiducia per le colleghe ed i colleghi e persino nei confronti dello stesso dirigente scolastico, fra i cui compiti istituzionali vi è proprio il controllo della presenza del personale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli anticorruzione tra insegnanti e bidelli del liceo, i sindacati insorgono  

TorinoToday è in caricamento