Cronaca

La circoscrizione 1 punta sui giovani: 7.500 euro a AIACE e Don Bosco

Entrambi i progetti finanziati dalla Circoscrizione sono indirizzati agli studenti. Il primo si tratta di un percorso didattico sul cinema e il secondo di un doposcuola

Il Comune ha pochi soldi ma i tagli non si fanno in modo lineare: sembra essere questo il messaggio della Circoscrizione 1 che, investendo 7.500 euro in tutto per il progetto "Spazio compiti" dell'Istituto internazionale Don Bosco e per le proiezioni cinematografiche dell'associazione AIACE, non ha certo risparmiato sui servizi agli studenti. I 4.500 euro di contributo al Don Bosco finanzieranno un doposcuola per i ragazzi della zona, con particolare supporto ai ragazzi cui i genitori non possono garantire le attenzioni necessarie.
 
Il progetto sarà realizzato grazie alla collaborazione di volontari (tra cui studenti più grandi) coadiuvati da un responsabile assunto dall'istituto. Sul testo votato all'unanimità si è espresso così il coordinatore Igino Michele Macagno: "E' una risorsa preziosa questa iniziativa e peraltro può vantare già fruttuose collaborazioni con scuole statali come la scuola elementare Coppino e la media inferiore Ugo Foscolo".
 
I restanti 3000 sono stati assegnati all'associazione AIACE che da 44 anni si occupa di promozione di cultura cinematografica con un'attenzione particolare all'educazione all'immagine nelle scuole. Il progetto finanziato dalla Circoscrizione prevede infatti la conclusione del ciclo di quattro proiezioni dedicate agli studenti e una serie di laboratori organizzati in collaborazione con la biblioteca civica e il museo della Resistenza. Le attività svolte dagli studenti prevedono un approfondimento guidato dai dipendenti dell'associazione in merito al tema scelto per quest'anno, ovvero i diritti umani.
 
"Tengo a sottolineare il fatto che si tratta di un percorso didattico - spiega il coordinatore Alberto Gianluigi Re - e il tema dei diritti è stato scelto con con Amnesty international. Varie scuole vi hanno già aderito come l'istituto Passoni, il Balbis o il Gioberti". La delibera è stata votata con qualche discussione in più ma alla fine è passata. Se dall'alto si è deciso di puntare fortemente su di loro è perché per guardare avanti con fiducia bisogna scommettere un po' sul futuro, ora toccherà ai ragazzi non deludere le aspettative traendo beneficio dalle opportunità che vengono loro offerte.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La circoscrizione 1 punta sui giovani: 7.500 euro a AIACE e Don Bosco

TorinoToday è in caricamento