Cronaca

Primo maggio a Torino: contestata anche la Fornero. 6 agenti feriti

Una giornata di tensioni quella del primo maggio a Torino. Dopo le contestazioni in mattinata al sindaco Piero Fassino, nel pomeriggio una ventina di manifestanti si è fatto sentire anche dal ministro Elsa Fornero

Una giornata di tensioni quella del primo maggio a Torino. Dopo le contestazioni in mattinata al sindaco Piero Fassino, nel pomeriggio una ventina di manifestanti si è fatto sentire anche dal ministro Elsa Fornero. Ciascuno con appeso al collo un foglio che riportava il nome di un suicida a causa del lavoro, hanno accolto l'esponente del Governo Monti al grido di "vergogna", arrivato a Torino al Conservatorio musicale per la cerimonia di consegna delle 84 Stelle al Merito del lavoro del Piemonte.

Non si è invece tenuto l'annunciato il presidio del Cub, annullato dopo le contestazioni della mattina. Il ministro Fornero, prima di raggiungere il Conservatorio, ha avuto un incontro in Prefettura con il prefetto Alberto Di Pace e l'assessore regionale al Lavoro, Claudia Porchietto.

Il bilancio della mattinata parla di sei agenti feriti, di cui due con 30 giorni di prognosi, per la rottura di una clavicola e di una mano, tre antagonisti già ben noti alle forze dell'ordine indagati a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale e un quarto identificato e rilasciato.

L'agente ferito alla clavicola si è visto arrivare addosso, davanti al municipio, la scala che gli antagonisti avevamo appoggiato al balcone per sistemare uno striscione. Il collega ha riportato la rottura di una mano nello stesso episodio, colpito, probabilmente, da un oggetto contundente. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo maggio a Torino: contestata anche la Fornero. 6 agenti feriti

TorinoToday è in caricamento