Armi clandestine in casa, due contadini ai domiciliari

Casi collegati?

Due sequestri di armi sono stati eseguiti nei giorni scorsi dai carabinieri a Leini. Accertamenti sono in corso per capire se ci sono collegamenti tra i due casi, che sono stranamente molto simili.

Venerdì 22 settembre 2017, i militari hanno arrestato e messo ai domiciliari un agricoltore italiano 45enne di Leini che in casa custodiva un fucile completo di silenziatore in carbonio, con caricatore inserito completo di nove colpi e altre munizioni, tutto clandestino. Gli sono stati sequestrati a scopo cautelativo anche cinque fucili da caccia regolarmente detenuti.

Il giorno dopo, sabato 23 settembre 2017, un agricoltore 43enne residente a San Francesco al Campo, fermato anche lui a Leini, è stato condotto a casa dove custodiva una carabina con matricola abrasa, canna recisa e filettata, priva di marca, completa di silenziatore, ottica, mirino a lungo raggio e visore notturno, più relativo munizionamento. Le armi sono state sequestrate e lui è finito ai domiciliari.
 

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento