Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

San Salvario, aspettando l'udienza al Tar: "Calo notevole dei guadagni"

A più di un mese dall'entrata in vigore dell'ordinanza "taglia orari" di Fassino nel quartiere di San Salvario, i gestori dei locali continuano a lamentarsi, attendendo l'udienza al Tar prevista per il prossimo 18 settembre

Restano appesi ad un filo i locali di San Salvario, in attesa dell'udienza preliminare del Tar prevista per il prossimo 18 settembre.

Un'udienza che potrebbe riportare il quartiere ai precedenti orari della movida oppure riconsegnarlo fino al 30 novembre nelle mani dell'ordinanza "taglia orari".

Nel frattempo, come ci raccontano alcuni gestori, le disposizioni che impongono la chiusura dei dehors alle 2 di notte, hanno lasciato il segno perchè, "malgrado sia stato un periodo di vacanze, i cali in termini di guadagni sono stati decisamente superiori rispetto a quelli dell'anno scorso".

Molte le incongruenze dell'ordinanza che hanno portato i gestori dei locali ad affidarsi all'avvocato Dal Piaz per ottenerne la sospensiva: dall'impossibilità di contenere la movida all'interno delle mura dalle 2 alle 3 di notte, alle emissioni acustiche i cui controlli, spesso, non si sono verificati in modo corretto.

A controllare che i gestori dei locali rispettino le disposizioni "taglia orari", degli agenti in borghese: "Solitamente passano in coppia e sempre dopo le due di notte - ci racconta un gestore -. Danno un'occhiata in giro, verificando se le persone presenti fuori dal locale hanno un bicchiere in mano, si segnano il numero civico e se ne vanno".

Eppure, come ribadiscono i gestori, la questione dei locali "mordi e fuggi" e del bivaccare in Largo Saluzzo con tanto di bicchiere in mano, imperversa da tempo ed è stata a loro dire, poco toccata dall'ordinanza in questione, poichè quello che la movida faceva prima delle disposizioni di Fassino, continua a fare anche ora.

In attesa del 18 settembre, giorno in cui l'ordinanza verrà discussa al Tar al fine di otterne la sospensione, i gestori continuano a sottostare alla normativa anche se qualcuno ha trovato il modo di eluderla, abbassando i prezzi ed allungando gli happy hour.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Salvario, aspettando l'udienza al Tar: "Calo notevole dei guadagni"

TorinoToday è in caricamento