menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sergio Segio, fondatore di Prima Linea

Sergio Segio, fondatore di Prima Linea

Ex capo di Prima Linea fa conferenza in carcere, gli agenti si indignano

"Resta sempre un assassino"

E' polemica sulla partecipazione di Sergio Segio, 61enne tra i fondatori di Prima Linea, a una conferenza tenutasi nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 ottobre 2017, nel carcere delle Vallette, che tra l'altro è dedicato a due agenti penitenziari vittime del terrorismo, Giuseppe Lorusso e Lorenzo Cutugno.

L'ex militante è stato accompagnato dal garante dei detenuti Bruno Mellano e dal direttore del penitenziario, Domenico Minervini. La sua partecipazione all'incontro ha scatenato le proteste dei sindacati di polizia penitenziaria, che la ritengono "quantomeno inopportuna".

"Una passerella che ci indigna" - attacca il segretario generale dell'Osapp, Leo Beneduci -. La nonchalanche con cui è stato accolto un ex terrorista che sempre assassino rimane, condannato per gravi fatti di sangue, tra cui l'omicidio di un agente di custodia, dimostra la mancanza di rispetto per le vittime del terrorismo e per i caduti del corpo. Esprimiamo profondo sconcerto per l'ingresso di Segio nel carcere di Torino. Per gli agenti di custodia prima e per la polizia penitenziaria adesso è una ferita ancora aperta. Tra l'altro proprio ieri, il carcere di San Vittore è stato intitolato al maresciallo degli agenti di Custodia Francesco Di Cataldo vittima del terrorismo".

Nel febbraio 2016 un'altra ex di prima linea Liviana Tosi aveva fatto visita al carcere delle Vallette e anche allora si scatenò la polemica. L'Osapp, per queste ragioni, chiede le dimissioni del ministro della giustizia Andrea Orlando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento