Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Madonna di Campagna / Via Foligno

Via Foligno, al civico 75 le macerie del condominio fantasma

Sulla buca delle lettere di via Foligno 75 resta un cartello risalente al 2002. Gli abitanti del quartiere ignorano cosa succeda al suo interno e anche la Circoscrizione non può sapere che fine abbiano i residenti

È abbandonato da anni e nessuno sa il perchè. L’intero stabile di via Foligno 75, disabitato da tempo immemore, è ormai in stato di degrado, e rischia di diventare un pericolo per i residenti del quartiere. Che cosa sia successo al suo interno non lo sa nessuno. Nè si sa cosa sia capitato agli inquilini dei suoi diciotto appartamenti, che sembra si siano dileguati nel nulla.

“Sono in via Foligno da anni – dice un negoziante che lavora di fronte all’edificio – ed è da parecchio tempo che il palazzo è in questo stato. Non so cosa sia successo, ma non vedo entrare nè uscire nessuno se non i muratori che operano al 73”. In un palazzo abbandonato e con il portone aperto, però, è difficile pensare che non entri nessuno. Per avere conferma di questo sospetto basta varcare soglia, per trovare tra la polvere e i calcinacci impronte di scarpe e qualche scritta sui muri.

In alcune abitazioni, poi, la porta d’ingresso è stata forzata ed è possibile entrare agevolmente. Il palazzo, insomma, continua ad essere vissuto. Da chi e in che modalità resta però un mistero. Anche le figure competenti, come i consiglieri della Circoscrizione 5, sembrano non sapere nulla di più sui “fantasmi” di via Foligno. Probabilmente degli squatter, i nuovi – e invisibili – inquilini hanno lasciato tracce come scritte in onore di Che Guevara e insulti alle forze dell’ordine. 

Il Consigliere di circoscrizione Iaria, che ha presentato un’interpellanza sullo stato del palazzo, sottolinea l’impotenza del Consiglio: “Lo stabile è un edificio privato, il che significa che la Circoscrizione non può intervenirvi. Solo il Comune può decidere il da farsi, e presto otterremo una risposta da via Milano”. Nel frattempo la facciata di via Foligno 75 continua a degradarsi, e il rischio che cadano dei calcinacci è evidente. Due transenne, messe sul marciapiede per vietare il passaggio, sono state spostate e giacciono appoggiate alle mura del condominio.

 

Chi passa per la via osserva con circospezione lo stato dell’edificio. Molti proseguono noncuranti al di sotto dei balconi, e il pericolo che si stacchino pezzi di intonaco o di mattoni è tangibile. La situazione, d’altronde, si protrae da anni. Pochi se ne preoccupano, molti se ne lamentano. Nell’attesa che l’amministrazione comunale prenda le redini della situazione trovando il bandolo della matassa e magari, perchè no, scopra l’identità dei “fantasmi”, la speranza è innanzi tutto che non si verifichi nulla di sgradevole come la caduta di calcinacci in testa agli incolpevoli passanti.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Foligno, al civico 75 le macerie del condominio fantasma

TorinoToday è in caricamento