rotate-mobile
Cronaca Pozzostrada / Via Giacomo Leopardi

Operato il bambino precipitato a Collegno, ma lotta ancora tra la vita e la morte

E' in coma farmacologico il bambino di nove anni precipitato per tre metri dopo il cedimento di una grata d'areazione a Collegno. E' stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico durato sei ore

Restano gravissime le condizioni del bambino di nove anni precipitato per tre metri dopo che una grata di areazione è ceduta sotto i suoi piedi nel cortile condominiale in cui stava giocando con un amico di nove anni e con la sorellina di quest'ultimo. 

Sono passate oltre 24 ore e il piccolo si trova ancora nel reparto Rianimazione dell'ospedale infantile Regina Margherita: è in coma farmacologico e ha subito un'operazione delicata durata quasi sei ore. Sulle sue possibilità di sopravvivenza non si sono sbilanciati i medici.

Mentre il bambino lotta tra la vita e la morte, i carabinieri indagano su quanto successo nella serata di venerdì in via Giacomo Leopardi a Collegno. Poche sono le certezze per il momento, una di queste è il fatto che la grata si è rivoltata al passaggio del bambino, come se qualcuno l'avesse precedentemente sollevata. La griglia è stata infatti rinvenuta intatta a pochi metri dal bambino e dalla pozza di sangue in cui è stato trovato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operato il bambino precipitato a Collegno, ma lotta ancora tra la vita e la morte

TorinoToday è in caricamento