Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Studente del Politecnico in coma per intossicazione alimentare

Intossicato da alcuni alimenti sott'olio fatti in casa. Possibile caso di botulismo all'ospedale Mauriziano: vittima un giovane studente del Politecnico di 22 anni, originario della provincia di Lecce

Davide Nestola da tre giorni è ricoverato all'ospedale Mauriziano in prognosi riservata in seguito ad una grave intossicazione alimentare.

Studia ingegneria al Politecnico di corso Duca degli Abruzzi, ma da lunedì la sua vita è appesa ad un filo a causa di alcuni alimenti, forse qualche verdura sott'olio, che ha mangiato nelle ore precedenti o addirittura qualche giorno prima.

I medici lo stanno tenendo sotto osservazione: Davide in questo momento è parzialmente paralizzato in un letto nel reparto di rianimazione. Per la famiglia e per gli amici questi sono momenti di grande preoccupazione: il botulismo infatti può provocare la paralisi respiratoria, causando così la morte. In questo momento il ragazzo è in coma farmacologico.

Davide è originario di Copertino, un comune in provincia di Lecce con circa 25 mila abitanti. Da un paio d'anni vive però a Torino insieme ad altri studenti. Proprio quando era in loro compagnia si è sentito male e i suoi compagni di università hanno chiamato i soccorsi.

Non si sa ancora quale sia la causa esatta dell'intossicazione, al riguardo è stata aperta un'indagine. I primi sintomi di botulismo si manifestano solitamente tra le 12 e le 36 ore dopo aver contratto il batterio clostridium botulinum, ma ci sono diversi casi in cui questo si è manifestato molto prima. Potrebbe dunque non essere semplicissimo risalire alla causa. Gli alimenti che contengono il batterio sono principalmente due: le conserve fatte in casa, specialmente vegetali, ma anche alcuni prodotti industriali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente del Politecnico in coma per intossicazione alimentare

TorinoToday è in caricamento