Andrea morto nel ricovero coatto: condannati vigili e psichiatra

Pene più dure delle richieste

Andrea Soldi

Condannati a un anno e otto mesi di reclusione nella mattinata di oggi, mercoledì 30 maggio 2018, tre agenti di polizia municipale e un medico psichiatra ritenuti responsabili della morte di Andrea Soldi, deceduto nell'agosto 2015 nel corso di un ricovero coatto in piazza Umbria. 

Il pm Lisa Bergamasco aveva chiesto una condanna leggermente inferiore, a un anno e sei mesi di reclusione. Tutti erano accusati di omicidio colposo.

I vigili erano difesi dall'avvocato Stefano Castrale, lo psichiatra dall'avvocato Anna Ronfani. I familiari di Andrea erano assistito dall'avvocato Giovanni Soldi, a sua volta parente dello scomparso.

Le reazioni alla sentenza

"Di una sentenza di condanna, superiore addirittura alle richieste del pubblico ministero, non ci si compiace mai. Ma oggi è stata data giustizia ad Andrea, e gli è stata restituita la dignità strappatagli quel 5 agosto 2015": questo il commento di Giovanni Soldi, avvocato della famiglia, dopo il verdetto.

Secondo Anna Ronfani, legale dello psichiatra condannato, la sentenza "è un segmento della vicenda giudiziaria. La rispettiamo ma certamente la impugneremo".
Sulla stessa linea anche Stefano Castrale, legale dei tre vigili: "Impugneremo la sentenza e siamo certi che in appello il verdetto sarà di assoluzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • Ogni giorno portava la sua fidanzata lungo la provinciale per farla prostituire: arrestato

Torna su
TorinoToday è in caricamento