Cronaca Corso G. Ferraris, 11

Condanne esemplari per la bancarotta della storica concessionaria di Chivasso: fino a nove anni

Guai per cinque imputati

La concessionaria Vasas di Chivasso (oggi non esiste più)

Si è conclusa ieri, giovedì 11 febbraio 2021, in tribunale a Ivrea, la vicenda del fallimento e della bancarotta della concessionaria Vasas di corso Ferraris a Milano. I giudici hanno usato la mano pesante con gli imputati, infliggendo pene da due a nove anni per i cinque imputati (un sesto è morto nel corso del procedimento penale), superiori a quelle richieste dal pm Daniele Iavarone che ha sostenuto l'accusa. Riconosciute anche provvisionali complessive di 250mila euro per le parti civili (tra cui alcuni clienti truffati).

La condanne più pesanti sono state inflitte a Claudio Cabella, 63enne di Alessandria, difeso dall'avvocato Marco Della Luna, e per Aldo Costi, 54enne di Pavia, difeso dall'avvocato Marisa Manfredi : i nove anni sono poco meno del doppio della richiesta, che si era fermata a quattro anni e 11 mesi per il primo e a cinque anni e due mesi per il secondo.

Secondo l'accusa, gli imputati (tre furono colpiti da misure cautelari nell'aprile 2016) avevano depredato la Vasas oltre due milioni di euro utilizzando fatture false per operazioni inesistenti che giustificavano l'uscita di denaro, che invece finiva nelle loro tasche. Il fallimento dell'azienda su decretato il 22 ottobre 2014: trenta dipendenti avevano perso il proprio posto di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condanne esemplari per la bancarotta della storica concessionaria di Chivasso: fino a nove anni

TorinoToday è in caricamento