Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Stupri e angherie di ogni tipo a tre prostitute sotto la minaccia delle armi: condannato a sei anni

Era stato arrestato durante il lockdown

Le armi sequestrate a marzo allo stupratore seriale

Fabrizio Vaioli, 48enne di Cuneo, è stato condannato a sei anni e sei mesi di reclusione per avere ripetutamente violentato, infliggendo loro angherie di ogni tipo, tre prostitute nigeriane nei campi di Moncalieri rispettivamente il 16 ottobre, il 30 ottobre e il 28 novembre 2019. Il processo, svoltosi con rito abbreviato, si è concluso ieri, giovedì 17 dicembre 2020.

L'uomo, che viaggiava in auto con una pistola scenica e un coltello, era stato poi arrestato dai carabinieri a marzo 2020. I militari lo avevano sorpreso a Trofarello e lo avevano controllato poiché stava violando le disposizioni contro il coronavirus, scoprendogli le armi. Le ragazze stuprate lo avevano poi riconosciuto.

L'inchiesta è stata coordinata dal pm Lisa Bergamasco della procura di Torino, che ha poi sostenuto l'accusa nel processo.

armi-violentatore-seriale-prostitute-200331-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupri e angherie di ogni tipo a tre prostitute sotto la minaccia delle armi: condannato a sei anni

TorinoToday è in caricamento