No Tav diede della pecorella ad un Carabiniere, condannato a 4 mesi

Era il 28 febbraio 2012 quando un attivista No Tav insultò un militare dell'Arma di fronte alle telecamere. A due anni di distanza arriva la condanna

L'attivista del movimento No Tav Marco Bruno che diede della "pecorella" ad un Carabiniere è stato condannato a quattro mesi di reclusione.

La condanna arriva ad oltre due anni da quanto successo a Chianocco. Il 28 febbraio 2012, all'altezza dello svincolo autostradale Torino-Bardonecchia, centinaia di manifestanti bloccarono la carreggiata della A32. Ci fu un lungo faccia a faccia tra attivisti contrari all'alta velocità e forze dell'ordine. Le telecamere di Corriere.it ripresero il discorso di Marco Bruno che insultò un militare dell'Arma apostrofandolo più volte come pecorella.

Per quell'episodio il pm Nicoletta Quaglino aveva chiesto una condanna di sei mesi per oltraggio a pubblico ufficiale. Il Carabiniere non reagì alle provocazioni e questo gli è valso successivamente il riconoscimento dell'Arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento