Abusi sessuali su bambine di otto anni, condannato insegnante

Molestie sessuali nei confronti di quattro allieve giovanissime. Queste le accuse che sono costate una condanna a nove anni di reclusione ad un insegnante di musica. In più dovrà pagare 15 mila euro alle famiglie

Un insegnante di musica, accusato di molestie sessuali su quattro giovanissime allieve, è stato condannato a nove anni di reclusione dal Tribunale di Torino. L'insegnante dovrà anche versare 15 mila euro a ciascuna delle famiglie delle quattro allieve.

I fatti giudicati dal Tribunale di Torino risalgono al 2006 e 2007, quando le allieve dell'insegnante avevano fra gli otto e i nove anni e frequentavano corsi estivi, pomeridiani, in scuole di Rivoli e Torino. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

  • Elezioni comunali a Venaria Reale: sarà ballottaggio tra Giulivi e Schillaci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento