menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri in casa di Pavel Nedved, condannato il giardiniere

E' stato condannato a un anno e otto mesi di reclusione per avere aiutato una banda di ladri a compiere un furto nella casa dell'ex Pallone d'Oro a Fiano, in provincia di Torino

Condannato ad un anno e otto mesi di reclusione per aver aiutato una banda di ladri a compiere un furto nella villa in cui lavorava. La sentenza ha punito l'ex giardiniere di Pavel Nedved, ex giocatore ed oggi dirigente della Juventus, per i fatti accaduti a Fiano nel dicembre del 2010.

Il giardiniere era stato incastrato da diversi indizi. Intanto era l'unico ad avere il telecomando del cancello oltre ai proprietari di casa. In secondo luogo, dai controlli fatti dagli investigatori, non c'erano tracce di scassi, ma solo un taglio alla cassaforte fatto a regola d'arte con il flessibile. Tra monili d'oro, gioielli, contanti e beni di vario valore i ladri si erano portati via una refurtiva dal valore di oltre 450 mila euro.

Il lavoratore si era sempre dichiarato innocente e il suo avvocato aveva chiesto l'assoluzione. Dall'altra parte invece il pm Andrea Padalino aveva chiesto per lui due anni di condanna. Pavel Nedved era parte civile nel processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento