Servizio "denigratorio" di Annozero, maxi risarcimento alla Fiat

La sentenza di condanna è stata inflitta alla Rai e al giornalista Corrado Formigli per un servizio andato in onda il 2 dicembre 2010 su Annozero. Il risarcimento per la Fiat sarà di cinque milioni di euro

Una condanna di cinque milioni di euro è stata inflitta dal Tribunale di Torino alla Rai e al giornalista Corrado Formigli per un servizio sulla Fiat trasmesso il 2 dicembre 2010 dalla trasmissione televisiva "Annozero". Nel filmato era stata criticata una vettura prodotta dalla casa torinese, la Alfa Mito, in un modo che il giudice Maura Sabbione ha definito "denigratorio". Fra i convenuti c'era anche Michele Santoro, il quale, però, secondo il magistrato non ha responsabilità.

Nel corso della causa civile il giudice ha composto un collegio super partes di periti di cui ha fatto parte anche l'attuale ministro Francesco Profumo, all'epoca rettore del Politecnico di Torino. Fiat Group è stata patrocinata dagli avvocati Michele Briamonte e Marco Carbonaro, mentre le controparti dell'azienda erano assistite dagli avvocati Natalia Ferro e Annamaria Simonotti. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

Torna su
TorinoToday è in caricamento