Cronaca

Condannato il leader dei No Tav per l'occupazione del 2010

Alberto Perino, Loredana Bellone e Giorgio Vair dovranno risarcire quasi 192 mila euro alla società LTF-Lyon Turin Ferroviaire. I tre ostacolarono il sondaggio per la Torino-Lione in località Traduerivi a Susa

192 mila euro: questa è la cifra che Alberto Perino, Loredana Bellone e Giorgio Vair dovranno risarcire alla società LTF-Lyon Turin Ferroviaire per aver occupato illegalmente i terreni dell'autoporto di Susa nel 2010, durante i sondaggi per i lavori dell'alta velocità. I tre imputati condannati sono rispettivamente leader del movimento No Tav, sindaco e vice sindaco del comune di San Didero.

La sentenza di condanna è stata emessa dal tribunale di Susa. I tre imputati hanno già annunciato che presenteranno il ricorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato il leader dei No Tav per l'occupazione del 2010

TorinoToday è in caricamento