Legò il cane al trattore e lo trascinò fino alla morte: condannato agricoltore

Per sbarazzarsi del cane, già malato, l'aveva legato al suo trattore e l'aveva trascinato per il campo fino a farlo morire. Il giudice l'ha condannato a 4 mesi di reclusione e 4mila euro di multa

Aveva raccolto un cane randagio già in pessime condizioni di salute, ma anziché aiutarlo, l'aveva legato al suo trattore con una corda, trascinandolo per il campo per decine di metri fino a farlo morire.Per questo macabro episodio Giovanni V. B., 73 anni di Ozegna, è stato condannato a quattro mesi di carcere e 4mila euro di multa.

L'episodio risale a quattro anni fa. L'imputato era proprietario di un'azienda agricola nella quale si trovavano anche altri animali, domestici e di allevamento. Il cane in questione sarebbe stato trovato in fin di vita e, secondo quanto sostenuto dall'accusa, ucciso volontariamente. Alle barbarie sullo sfortunato cane, aveva assistito il giardiniere che, all'epoca del fatto, si trovava a svolgere alcuni lavori di potatura per l'imputato.

E' stato, infatti, grazie al suo racconto che il giudice Marianna Tiseo ha potuto ricostruire la vicenda e condannare Giovanni V. B., giudicando la testimonianza del giardiniere "credibile e verosimile". Parole al vento per l'imputato che continua a dirsi innocente, sostenendo che il cane era già morto e che lui l'avrebbe semplicemente sotterrato nel suo campo, non prima di avergli somministrato le doverose cure. 

Per questo la difesa ricorrerà in appello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento