Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Salvario / Via Saluzzo, 59

Convinto a cedere la sua azienda a costo zero: due commercialisti condannati per circonvenzione di incapace

La ditta è fallita, lui è morto

Nel 2013 avevano convinto Aldo Giordana, storico fondatore dell'omonima ditta di forniture per dentisti, e sua moglie a cedere loro, a costo zero e anzi accollandosi tutti i debiti con i fornitori, l'azienda con sede in via Saluzzo 59.

Due commercialisti torinesi, lui di 59 anni e lei di 48 anni, sono stati condannati, a luglio 2018 (ma le motivazioni della sentenza sono state rese note solo alcuni giorni fa, a inizio dicembre 2018), a tre anni di reclusione con l'accusa di circonvenzione di incapace.

Il giudice Marco Picco, che ha pronunciato la sentenza, ha anche disposto una provvisionale nei confronti dei familiari di Giordana, morto per un tumore il 5 agosto 2017, una provvisionale di 50mila euro.

L'azienda, nel frattempo, è fallita e i dipendenti sono rimasti a casa. Un nome storico nel settore che ormai non esiste più.

La famiglia Giordana è stata rappresentata nel processo dagli avvocati Domenico Fragapane e Antonio Collura. Sta valutando se recuperare il denaro perso mediante una causa civile. Per il fondatore, invece, non c'è stata neanche la soddisfazione puramente platonica di vedere chi condannato chi ha affossato la sua azienda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convinto a cedere la sua azienda a costo zero: due commercialisti condannati per circonvenzione di incapace

TorinoToday è in caricamento