menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il palazzo di via Luserna di Rorà in cui avvenne la tragedia

Il palazzo di via Luserna di Rorà in cui avvenne la tragedia

Neonato partorito e subito ucciso dalla mamma: donna condannata

Assolto il marito

E' stata condannata a due anni e dieci mesi di reclusione nella giornata di ieri, giovedì 30 novembre 2017, la peruviana di 37 anni che il 4 ottobre 2016 partorì un neonato in casa in via Luserna di Rorà e poi lo uccise.

L'infanticidio è stato accertato dall'autopsia disposta dal pm Lisa Bergamasco, che ha coordinato l'inchiesta giudiziaria successiva all'episodio, ed eseguita dal medico legale Roberto Testi. La morte del bambino, che era nato vivo, è sopravvenuta per schiacciamento della testa. Solo successivamente il corpicino fu messo dalla madre in un sacchetto di nylon e nascosto in un armadio. La donna era da sola in casa.

Il gup Edmondo Pio, nel processo con rito abbreviato, oltre a condannare lei accogliendo le richieste dell'accusa, ha anche assolto il marito, di un anno più giovane e suo connazionale.

L'indagine sul caso era stata condotta dai carabinieri della compagnia Torino San Carlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento