Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Sanitopoli, condannata a otto mesi l'ex assessore Caterina Ferrero

Con l'ex esponente della Giunta regionale di Roberto Cota, è stato condannato anche il collaboratore Piero Gambarino. Ferrero è stata giudicata colpevole per turbativa d'asta e non per abuso di ufficio

Condannata per turbativa d'asta a otto mesi, assolta invece dall'accusa di abuso di ufficio. Questo ha deciso il collegio presieduto dal giudice Silvia Bersano Begey nei confronti dell'ex assessore regionale alla Sanità, Caterina Ferrero, per uno scandalo datato 2011 che portò all'arresto non solo della rappresentante della Giunta di Roberto Cota, ma anche del suo collaboratore Piero Gambarino, condannato a sei anni e mezzo.

Lo scandalo nacque con varie accuse, dalla turbativa d'asta, alla turbata libertà del procedimento di scelta, dalla concussione, all'abuso di ufficio. Il processo si era aperto nel febbraio 2013: tra i procedimenti oggetto di indagine c'era la fornitura di pannoloni per anziani affidati direttamente dalla Regione Piemonte a Federfarma, la realizzazione di residenze sanitarie per anziani sul territorio, l'apertura di un reparto di emodinamica all'ospedale di Chivasso e la gestione di alcuni concorsi.

Proprio sulla vicenda dell'apertura di un reparto di emodinamica a Chivasso è stato assolto dall'accusa di abuso di ufficio l'ex commissario dell'Asl To4 Renzo Secreto. Assolto anche l'ex sindaco di Cavagnolo Franco Sampò.

Gli avvocati difensori si sono detti in parte soddisfatti, visto che le condanne sono state inferiori alle richieste fatte precedentemente dalla Procura. Restano in attesa delle motivazioni per fare altri commenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitopoli, condannata a otto mesi l'ex assessore Caterina Ferrero

TorinoToday è in caricamento