rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Barriera di Milano / Via Baltea

Coltellata dopo la lite tra i due cani: padrone aggressore condannato a sei anni

Parzialmente incapace di intendere

Raffaele Angino, 35 anni, è stato condannato ieri, martedì 19 febbraio 2019, a sei anni di reclusione per il tentato omicidio di un 40enne italiano avvenuto lo scorso 20 agosto 2018 in via Baltea.

L'aggressione, avvenuta con una coltellata, era scaturita da una lite tra i due cani dei due. La vittima, trasportata all'ospedale Giovanni Bosco, aveva subito l'asportazione della milza.

La sentenza è stata pronunciata dal giudice Edmondo Pio al termine del processo avvenuto con rito abbreviato. Una volta scontata la pena in carcere, Angino, che era stato arrestato subito dai carabinieri e che si è difeso dicendo di avere agito per legittima difesa, dovrà essere ricoverato in una casa di cura in quanto è stato giudicato anche parzialmente incapace di intendere per problemi psichiatrici.

L'accusa è stata sostenuta dal pm Roberto Furlan.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltellata dopo la lite tra i due cani: padrone aggressore condannato a sei anni

TorinoToday è in caricamento