rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Lemie

Modella sequestrata e tenuta prigioniera nella baita: il carceriere sconterà quasi 17 anni

Minacciarono di venderla come schiava

Sedici anni e nove mesi di reclusione per Lukasz Pawel Herba, 31enne polacco di Birmingham (Regno Unito) che nel luglio agosto 2017 tenne sequestrata per una settimana in una baita di Lemie una giovane modella britannica che era stata rapita a Milano. 

La ragazza fu drogata con ketamina, minacciata di essere messa all’asta su internet come schiava sessuale sul deep web e infine liberata con tante scuse. Il carceriere, che faceva parte dell'organizzazione criminale Black Death Pool, era stato arrestato dalla polizia di Milano.

I giudici della Corte d'Assise del capoluogo lombardo hanno accolto la ricostruzione del pm Paolo Storari, che addirittura aveva chiesto una pena di un mese inferiore alla condanna.

L'organizzazione aveva chiesto al manager della modella e ai suoi familiari il pagamento di 300mila dollari (scesi a 50mila in un secondo tempo). Herba invece si era difeso sostenendo di essere innamorato della ragazza e di avere fatto tutto per farle acquistare popolarità. I giudici non gli hanno creduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modella sequestrata e tenuta prigioniera nella baita: il carceriere sconterà quasi 17 anni

TorinoToday è in caricamento