Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Bandiera bianca del Comune: guasti ai macchinari, stop alle carte d'identità elettroniche

Continua a tornare utile il formato "classico" cartaceo anche perché la carta d'identità elettronica è ancora "opzionale" e costa 35 euro

Per problemi tecnici non è possibile provvedere al rilascio delle carte d'identità elettroniche. Il servizio di prenotazione è quindi temporaneamente sospeso. Non appena riprenderà verrà data tempestiva comunicazione. Ci scusiamo per il disagio”. L’annuncio sul sito del Comune di Torino per comunicare che, ormai, i due macchinari forniti 15 anni fa dal Ministero per emettere le carte di identità elettroniche sono inutilizzabili.

Nemmeno la sostituzione di alcune parti ha potuto contro l’usura del tempo. Il servizio, lanciato tre lustri fa “in via sperimentale” e ancora così definito, per ora viene sospeso e riprenderà a data da stabilirsi. Forse tra un mese o addirittura, per vedere il servizio attivo, si dovrà attendere la piena operatività dei piani nazionali dell'Agenda digitale e della Carta d'identità digitale.

Intanto continua a tornare utile il formato “classico” cartaceo anche perché la carta d’identità elettronica è ancora “opzionale” e costa 35 euro. Molti torinesi, quindi, preferiscono rimpiazzarla con quella di carta in attesa del decreto del ministro Madia che la renda obbligatoria. A quel punto, le anagrafi d’Italia dovranno usare obbligatoriamente le macchinette fornite dal Ministero sperando che nel frattempo anche quella tecnologia sia andata di pari passo con i tempi. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera bianca del Comune: guasti ai macchinari, stop alle carte d'identità elettroniche

TorinoToday è in caricamento