Cronaca

Futuro incerto per la colonia di Loano di proprietà del Comune

E' necessario rivedere l'organizzazione. Nei mesi estivi i soggiorni non sono mancati ma le spese annuali a carico dell'Amministrazione sono sempre troppo alte

Quale sarà il destino della colonia di Loano? Con i tagli, la struttura, di proprietà del Comune di Torino, collocata nel tratto dell'arenile della località ligure in direzione di Borghetto Santo Spirito, ha qualche difficoltà ad andare avanti e in Sala Rossa si pensa a come superare le generali difficoltà. In realtà rispetto all'estate 2012, quella appena trascorsa non è stata così negativa. Se due anni fa la colonia risultava essere deserta, nei mesi scorsi - da metà giugno a fine agosto - è stata registrata la presenza di 206 bambini, mandati dalle famiglie torinesi per il soggiorno marino. Nel corso del 2014 inoltre la struttura ha accolto 1228 presenze di provenienza scolastica  ma resta il fatto che le difficoltà per il Comune di Torino nel mantenere questo servizio, sono concrete.

Le famiglie che mandano i figli in colonia 270 per dieci giorni di soggiorno: un prezzo competitivo e sicuramente vantaggioso rispetto a molte strutture private. Ma il costo annuale della colonia di Loano a carico dell'Amministrazione torinese è tutt'altro che basso. Le uscite ammontano a circa 430 mila euro e le entrate non superano i 220 mila: i conti dunque non tornano. E c'è un grande punto interrogativo anche per quello che riguarda il futuro del personale torinese che per fare andare avanti la struttura di Loano, si è trasferito in loco. Sono in tutto cinque i dipendenti della colonia e al momento non hanno alcuna garanzia sul loro futuro lavorativo. "Queste persone non hanno nessuna certezza sul loro domani. Il lavoro lo avranno ancora oppure no? - ha chiesto il consigliere Paola Ambrogio (Pdl) - Se è vero che abbiamo una struttura che all'Amministrazione torinese comunque costa e anche parecchio, è necessario ripensare ad una riorganizzazione".

Ma l'assessore all'Istruzione, Mariagrazia Pellerino non fa nessun allarmismo: "Per ciò che riguarda l'organizzazione stiamo pensando ad una concessione a terzi in merito alla gestione della struttura. Tuttavia la colonia di Loano funziona - ha risposto -, è aperta e quest'anno i soggiorni non sono mancati. Ovvio che le presenze di provenienza scolastica non danno numeri soddisfacenti: le scuole hanno le casse prosciugate. Ma la struttura è attiva e per quello che riguarda i dipendenti in loco, anche se non è nelle mie deleghe, posso dire che avendo un contratto a tempo indeterminato, possono stare tranquilli".

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futuro incerto per la colonia di Loano di proprietà del Comune

TorinoToday è in caricamento