Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Nizza Millefonti / Corso Unità D'Italia

Continua la lotta al degrado: il lago di Italia '61 torna limpido

Atti vandalici e immondizia. Nei pressi di corso Unità d'Italia i problemi non sembrano davvero mancare. Ecco perché la Città ha dato il via ad una importante pulizia

Gli atti vandalici da una parte, la maleducazione dei cittadini dall’altra. Non c'è più pace per il lago di Italia '61, situato nella splendida cornice di corso Unità d'Italia e via Ventimiglia. Il bacino, infatti, è oggetto da qualche giorno di un importante ed essenziale intervento di manutenzione straordinaria. Una decisione presa dall'assessore all'Ambiente del Comune di Torino Enzo Lavolta e dalla circoscrizione Nove. E tutto a seguito di una serie di lamentele di cui si sono fatti portavoce i cittadini. Lamentele causate dagli odori nauseabondi – la puzza che emanava il lago era quasi insopportabile - e dal terribile spettacolo offerto dalle montagne di rifiuti, presenti dentro e nei pressi del lago. Dalle bottiglie ai fazzoletti passando per le cartacce.

“Nel mese di agosto il laghetto versava in condizioni disagevoli per via di masserizie ed oggetti vari, lasciati da vandali e persone di scarso buon senso – spiega il vicepresidente della circoscrizione Nove Massimiliano Miano -. Per questi motivi si è deciso di effettuare una maxi bonifica, ancora in atto. Il nostro intento è restituire il bacino al quartiere, pulito e messo in sicurezza come merita”. Ma ubriaconi e maleducati, a quanto pare, non sono certo l'unico problema del quartiere Lingotto. Recentemente ignoti bulletti hanno pensato bene di devastare tutti i mancorrenti e le balaustre. Un atto vandalico che ha costretto la Città di Torino a collocare delle barriere per impedire ai cittadini di avvicinarsi troppo al bacino. 

Un caso analogo a quello avvenuto alcune settimane fa al parco del Valentino. In quell'occasione i vandali presero di mira il percorso plurisensoriale composto da pannelli in braille e mancorrenti in metallo. “Oggi il laghetto – continua Miano - è un cantiere aperto. Il ripristino della recinzione dovrebbe concludersi entro la fine del mese. Poi bisognerà occuparsi del riempimento della vasca ma in questo caso le tempistiche sono legate alle decisioni che prenderà la Provincia di Torino”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua la lotta al degrado: il lago di Italia '61 torna limpido

TorinoToday è in caricamento