Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Bertolla / via Sant'Agata

Il comitato va alla carica "Vogliamo interventi per via Sant'Agata"

Dai marciapiedi alla mancanza di un impianto d'illuminazione. Sono tante le richieste dei residenti della zona. "E' solo questione di tempo" replica la circoscrizione

La riparazione delle buche e poco altro. In via Sant’Agata si continua ad attendere la realizzazione dei due collettori fognari ad opera di Smat, richiesti dal comitato spontaneo di quartiere che lamentava a tal proposito l’assenza dei tombini per lo smaltimento delle acque piovane. A pesare, dopo nove mesi di cantiere, è la mancanza di un impianto d’illuminazione e dei marciapiedi.

Il progetto per le opere di urbanizzazione della via è rimasto praticamente sulla carta. Come continuano a denunciare i residenti del quartiere Bertolla. “Sono quarant’anni che questa strada aspetta un impianto di illuminazione – accusa Luigi Massetti del comitato di zona -. Fino ad adesso abbiamo sentito solo tante parole, pochi gli interventi. Se continuerà così occuperemo la strada per protesta”.

Circa 500mila euro i soldi stanziati per le opere primarie. Tra queste figurano i pali della luce, assenti da otto anni, oltre ai marciapiedi. Senza dimenticare la sistemazione integrale delle buche. “I lavori di riqualificazione dovevano finire nel 2012 – accusa Enrico Scagliotti, Lega Nord -. Ma basta guardare il numero di buche presenti per capire come sono andate realmente le cose”.

D’altro avviso il coordinatore all’Urbanistica Fabrizio Genco. “La messa in sicurezza della strada sarà solo il primo passo – dichiara Genco -. Poi procederemo con tutte le altre opere, accontentando così le richieste del quartiere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il comitato va alla carica "Vogliamo interventi per via Sant'Agata"

TorinoToday è in caricamento